Specchia

Tap: sassaiola e cariche polizia, feriti

Sassaiole e cariche della polizia si sono verificate al cantiere Tap a San Foca, marina di Melendugno dove si registrano nuove tensioni tra un gruppo di persone - una cinquantina - che si oppone alla realizzazione del gasdotto e le forze di polizia che presidiano la zona. A quanto si è appreso, tre persone - due guardie giurate e una donna, presumibilmente una manifestante 'No tap' - sono rimaste leggermente ferite. Gli scontri sono cominciati poco dopo le 5.30 e continuano a tratti. Poco dopo le 5.30 un gruppo di attivisti del movimento che si oppone alla realizzazione in loco del terminale del gasdotto, per lo più con i volti coperti, ha dapprima sbarrato l'accesso ai cancelli 4 e 5 del cantiere con delle barriere composte da grate e pietre, poi ha acceso dei falò, e, subito dopo l'arrivo delle forze di polizia montanti, ha accerchiato i mezzi. Nell'azione di contenimento messa in atto dalle forze di polizia presenti, tre persone sono rimaste contuse.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie